Istanza mancante, prova a ricaricare le istanze
Calcio e Finanza: crescono i ricavi della Bundesliga

Calcio e Finanza: crescono i ricavi della Bundesliga

Commercio e Cultura, Economia Internazionale, Economia Italiana Comments Off 284

Gli ultimi dati sui ricavi della Bundesliga hanno alzato il velo su un giro d’affari in continua crescita.

Istanza mancante, prova a ricaricare le istanze

Secondo il “The 2019 economic report”, il massimo campionato di calcio tedesco ha fatto registrare nella stagione 2017/2018 3,81 miliardi di euro di ricavi, il 13% in più rispetto ai 3,37 miliardi dello scorso anno.

Una cifra record che continua ad aumentare da ormai quattordici anni. Ai 3,8 miliardi di ricavi della Bundesliga vanno aggiunti anche gli introiti derivanti dalla seconda divisione che si attestano a 608 milioni di euro. In totale quindi 4,4 miliardi di euro, il 10,3% in più rispetto ai 4,01 dello scorso anno. Come afferma Christian Seifert, CEO della DFL (Deutsche Fußball Liga) la crescita dei ricavi è dovuta soprattutto agli introiti dei diritti televisivi, che hanno dimostrato una notevole ripresa.

Ricavi Bundesliga: le varie entrate

Analizzando le entrate della Bundesliga è possibile notare che il 32,7% dei ricavi totali sono rappresentati dai diritti televisivi, che si attestano a 1,25 miliardi di euro, contro i 960 milioni della scorsa stagione.

Il 22,9% derivano dalle entrate pubblicitarie: 871,7 milioni di euro contro i 854 dello scorso anno. Il 16,9%, invece, dai trasferimenti: 645,5 milioni di euro, ossia, il 17% in più della stagione precedente e quasi tre volte in più dell’anno 2014-2015. Importanti anche gli incassi al botteghino, che con 538,4 milioni di euro rappresentano il 14,1% degli introiti totali della Bundesliga.

Ricavi e spese dei club: tanti gli investimenti per i giovani

Dal report si evince che i club della Bundesliga non mollano la loro responsabilità imprenditoriale. Nel 2018, i 18 club del massimo campionato tedesco hanno generato come entrate totali 102 milioni di euro. Cifra generata da una serie di fattori, tra cui il successo sportivo nelle competizioni nazionali e internazionali.

Le spese rispetto alla scorsa stagione invece sono aumentate del 15%, attestandosi a 3,7 miliardi di euro. Tra queste hanno inciso maggiormente quelle derivanti dai trasferimenti, che hanno subito un aumento del 25%, pari a 166 milioni.

La spesa per giocatori, allenatori e personale tecnico è rimasta la principale voce di costo: 1,3 miliardi di euro, in aumento dell’11%. I club della Bundesliga, però, sono quelli che spendono di più per i giovani, i dilettanti e le accademie: 141 milioni di euro, il 16% in più rispetto alla scorsa stagione.

L’impatto economico per la Germania

Oltre ad aumentare i ricavi della Bundesliga, il calcio tedesco rappresenta una fonte economica molto importante per il Paese. Quest’anno i club hanno pagato all’erario una cifra record di tasse: 1,28 miliardi di euro, ossia, 113 milioni di euro in più rispetto all’anno scorso. Una cifra che dalla stagione 2004-05 ha subito un tasso di crescita del 238%.

Un altro dato molto importante per l’economia del Paese riguarda il lavoro
Nel 2017-2018 le persone impiegate direttamente o indirettamente dalla Bundesliga e dalla Bundesliga 2 sono oltre 55 mila, 5 mila in più rispetto alla stagione passata e addirittura 24 mila in più in confronto al 2004-2005.

Il nuovo obiettivo: internazionalizzare il calcio tedesco

Come gli altri massimi campionati europei, la Bundesliga sta cercando di esportare il proprio brand in tutto il mondo. Recentemente, afferma il CEO della della DFL Seifert, è stata aperto un ufficio di rappresentanza in America a New York ed è stata stipulata una partnership strategica con IMG Reliance per lo sviluppo del marchio Bundesliga anche in India. Ma non è tutto.

Nel 2019 verrà aperto anche un altro ufficio in Cina. In questo modo il calcio tedesco avrà maggiore visibilità e appeal, non solo in Germania ma anche a livello globale.

Istanza mancante, prova a ricaricare le istanze

Author

Back to Top