Istanza mancante, prova a ricaricare le istanze
Trump, no dazi su prodotti agricoli

Trump, no dazi su prodotti agricoli

Commercio e Cultura, Economia Internazionale, News Generali Comments Off 121

Le trattative commerciali con la Cina sembrano aver trovato un risvolto sui prodotti agricoli con una richiesta da parte del presidente americano.

Istanza mancante, prova a ricaricare le istanze

L’ultima settimana di febbraio Trump aveva annunciato che avrebbe rimandato al primo marzo il rialzo delle tariffe in assenza di un accordo commerciale.

Dazi prodotti agricoli Usa

Torna sulla scena dell’economia internazionale la guerra commerciale tra Usa e Cina con nuove richieste da parte del presidente americano. La tregua dei 90 giorni doveva servire per sedare le acque e tornare pacificamente per trovare un accordo tra le due potenze.

Al suo termine ancora non si è giunti a un’intesa, tanto è vero che l’ultima settimana di febbraio il presidente Trump ha concesso a Pechino un’ulteriore dilatazione dei tempi per trovare un accordo e se allo scadere del tempo ciò non si fosse verificato allora avrebbe proceduto con il rialzo delle tariffe sui beni made in Cina.

Il countdown era previsto per il primo marzo 2019, data a cui si è giunti senza aver fatto dei progressi, tuttavia gli Usa non hanno proceduto ad applicare l’aumento dei dazi al 25%. Fiducioso di questa manovra, Trump ha chiesto a Xi Jinping di ritirare quanto prima possibile i dazi applicati dalla Cina sui prodotti agricoli Usa.

Il presidente americano lo ha reso noto tramite un twit:

Ho chiesto alla Cina di rimuovere immediatamente tutti i dazi sui nostri prodotti agricoli (incluso manzo, maiale, etc.) sulla base del fatto che stiamo procedendo bene con i negoziati commerciali

Le trattative commerciali con la Cina sembrano aver trovato un risvolto sui prodotti agricoli con una richiesta da parte del presidente americano.

L’ultima settimana di febbraio Trump aveva annunciato che avrebbe rimandato al primo marzo il rialzo delle tariffe in assenza di un accordo commerciale.

Dazi prodotti agricoli Usa

Torna sulla scena dell’economia internazionale la guerra commerciale tra Usa e Cina con nuove richieste da parte del presidente americano. La tregua dei 90 giorni doveva servire per sedare le acque e tornare pacificamente per trovare un accordo tra le due potenze.

Al suo termine ancora non si è giunti a un’intesa, tanto è vero che l’ultima settimana di febbraio il presidente Trump ha concesso a Pechino un’ulteriore dilatazione dei tempi per trovare un accordo e se allo scadere del tempo ciò non si fosse verificato allora avrebbe proceduto con il rialzo delle tariffe sui beni made in Cina.

Il countdown era previsto per il primo marzo 2019, data a cui si è giunti senza aver fatto dei progressi, tuttavia gli Usa non hanno proceduto ad applicare l’aumento dei dazi al 25%. Fiducioso di questa manovra, Trump ha chiesto a Xi Jinping di ritirare quanto prima possibile i dazi applicati dalla Cina sui prodotti agricoli Usa.

Il presidente americano lo ha reso noto tramite un twit:

Ho chiesto alla Cina di rimuovere immediatamente tutti i dazi sui nostri prodotti agricoli (incluso manzo, maiale, etc.) sulla base del fatto che stiamo procedendo bene con i negoziati commerciali

Istanza mancante, prova a ricaricare le istanze

Author

Back to Top