Istanza mancante, prova a ricaricare le istanze
Spread cala a 253 dopo conferma rating

Spread cala a 253 dopo conferma rating

Commercio e Cultura, Economia Internazionale, Economia Italiana Comments Off 249

La conferma del rating sovrano italiano da parte di Standard and Poor’s di venerdì sera, seppure corredata da molte critiche all’esecutivo e previsioni non brillanti per il 2019, porta giù lo spreadfra Btp e Bund. All’avvio il differenziale scende a 253 punti contro i 260 della chiusura di venerdì e contro il massimo di 271 punti toccato giovedì. Il rendimento del decennale italiano cala al 2,53%.

Istanza mancante, prova a ricaricare le istanze

La Borsa di Milano (+0,2%) prosegue la seduta in terreno positivo. In cima al listino svettano le banche con Mps e Banco Bpm (+3,5%), Ubi (+3,2%), Bper (+2,7%), Unicredit (+2,4%) e Intesa
(+2,1%).

BORSE EUROPA POSITIVA, MADRID IN ROSSO DOPO IL VOTO tentano il recupero dopo un avvio di seduta poco entusiasmante. Gli investitori sono in attesa di capire se i risultati del primo trimestre, il miglioramento della crescita economica negli Usa ed i profitti industriali cinesi potranno dare slancio alla crescita economica globale. Nel Vecchio continente resta al palo Madrid (-0,5%), dopo l’esito del voto che vede la Spagna, nonostante il trionfo del partito socialista, senza una maggioranza chiara per formare il formare il governo. Sul fronte dei cambi l’euro è in rialzo sul dollaro a 1,116 a Londra. L’indice azionario Stoxx 600 avanza dello 0,1%. In positivo Londra e Francoforte (+0,1%), Parigi (+0,2%). I listini sono spinti dal comparto finanziario (+0,4%) con Bnp Paribas (+1,4%), Barclays (+1,6%) Credit Agricole (+1,5%) mentre è in calo Deutsche Bank (-1,8%). In rosso il comparto energetico (-0,2%) con il prezzo del petrolio che resta sotto i 63 dollari. In rosso Total (-0,4%) mentre sono piatte Bp e Shell (+0,03).

Istanza mancante, prova a ricaricare le istanze

Author

Back to Top